Il nostro blog

Depurazione post vacanza

Depurazione post vacanza

13 set 2020

L’estate si avvia al termine e molti di noi, complice la quarantena, non sono stati troppo attenti agli eccessi della bella stagione e, data la clausura dei mesi antecedenti, possiamo anche ritenerci giustificati.

È arrivato il momento, però, di depurare l’organismo dalle bevute e dalle cene in compagnia anche per prepararci alle stagioni più fredde.

Dieta: equilibrata e di stagione

Il primo passo da compiere per depurarsi è quello di preferire sempre alimenti stagionali, iniziare a effettuare sport e bere molta acqua per disfarsi delle tossine.

È importante ricordare di:

  • Assumere meno calorie: preferiamo cibi a basso contenuto calorico, antiossidanti e antinfiammatori come frutta, verdura, cereali integrali, oli e, come principali fonti di proteine, preferiamo legumi, le carni bianche e il pesce.

  • Idratarci: limitando l’assunzione di alcolici e aperitivi e non bere solo acqua, ma anche tisane detox e drenanti, magari fatte raffreddare in frigo nei giorni più caldi. Non dimenticare i cibi ricchi di acqua come alcune verdure a foglia verde e la frutta.

  • Scegliere la giusta cottura: evitare gli oli cotti che vanificano spesso gli sforzi effettuati per depurarsi. La cottura più indicata è quella al vapore, essa preserva le proprietà nutrizionali degli alimenti.

Depurarsi con la natura

Ci sono determinate spezie con ottime proprietà depurative: curcuma, pepe e peperoncino e zenzero, nello specifico, supportano il processo di dimagrimento e combustione dei grassi, diminuendo anche l’infiammazione dei tessuti.

È importante assumere erbe che depurino il fegato, la cui funzionalità è importantissima anche per la buona salute dell’intestino e, quindi, dell’corpo in generale. Ci si può depurare con l’assunzione di piante officinali come il Cardo mariano e il Tarassaco che vanno a favorire il regolare transito intestinale e riducendone gli stati infiammatori e spasmodici.

Generalmente, effetti depurativi li troviamo anche nelle piante carminative, ossia quelle che sostengono i processi digestivi, utili anche a ridurre i gas intestinali, come per esempio Finocchio, Anice, Menta e Cumino.

Cosa evitare

Ridurre lo zucchero, ancor meglio se ci si prendesse una pausa totale.

Limitare il sale e i cibi elaborati, quelli industriali, come merendine, sughi pronti, succhi di frutta, salse, bevande gassate, contengono sostanze dannose e hanno spesso valori nutrizionali troppo alti per far parte in una nutrizione equilibrata, oltre alle grandi quantità di grassi saturi in essi presenti e alla loro povertò di fibre, vitamine e minerali.

Se hai qualche dubbio oppure vuoi semplicemente approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.

Lascia un commento
Ho letto ed accetto la Privacy e Cookie Policy