Il nostro blog

Coronavirus: norme da rispettare

Coronavirus: norme da rispettare

20 mar 2020

La diffusione del Coronavirus ha portato l’OMS a dichiarare la “Pandemia”, ossia un’epidemia che interessa tutta l’umanità: una buona ragione per restare a casa e uscire giusto per le necessità consentite dal decreto governativo.

Come si contrae

Si può contrarre il virus tramite contatto stretto con una persona infetta, specialmente attraverso le goccioline del respiro, come:

  • la saliva, tosse o starnuti;

  • contatti diretti;

  • toccandosi le mucose (naso, bocca, occhi) con le mani infette;

Secondo i ricercatori, il virus può sopravvivere alcune ore al di fuori del corpo umano, e sembra che sia inoltre capace di spostarsi, in una stanza chiusa, per circa un metro: da qui la regola di mantenere questa misura come distanza minima dalle altre persone.

Norme igieniche

Intanto sottolineiamo sempre che il rispetto delle semplici norme igienico-sanitarie, può prevenire il contagio e la diffusione del virus :

  • lavarsi spesso e a fondo le mani con acqua e sapone;

  • in mancanza di acqua e sapone (es. fuori casa) utilizzare gel disinfettanti a base alcoolica (tipo Amuchina);

  • quando si starnutisce o tossisce , non coprirsi la bocca ed il naso con le mani, ma utilizzare l’interno del gomito o un fazzoletto di carta;

  • buttare i fazzolettini di carta nell’indifferenziata, non appena vengono usati;

  • non scambiare gli oggetti o il cibo con altre persone;

  • non toccarsi gli occhi, il naso o la bocca con le mani;

  • arieggiare i luoghi comuni.

Il decreto

Il governo chiede di restare a casa il più possibile e di uscire esclusivamente per fare la spesa, andare al lavoro, se l’azienda per la quale lavorate è rimasta aperta, e per assistere i propri cari se bisognosi, ma non per andare a pranzarci insieme. È fondamentale tener ben presente che gli anziani sono le persone più vulnerabili: è d’uopo indossare guanti e mascherina o comunque cercate di proteggerli il più possibile dai contatti.

Per comprovare tali necessità si dovrà essere in possesso di una autodichiarazione che potrà essere resa anche al momento sui moduli in dotazione alle forze di Polizia. È consigliabile essere già in possesso dell’autodichiarazione al fine di velocizzare le operazioni di controllo degli agenti.

Gli spostamenti sono proibiti se non per comprovate necessità dal 10 marzo e fino al 3 aprile 2020. Questo non causerà una interruzione dei servizi di trasporto pubblico, più probabilmente ci sarà una loro riformulazione, riguardante gli orari e il numero delle corse.

Lo sport e le attività motorie sono ammesse solo nei dintorni della propria abitazione, nel rispetto della distanza interpersonale di un metro. Di base bisogna evitare assembramenti e restare ad almeno un metro gli uni dagli altri anche se si esce a passeggiare.

Se vuoi porre qualche domanda oppure semplicemente approfondire l’argomento, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di risponderti.





Tag: coronavirus

Lascia un commento
Ho letto ed accetto la Privacy e Cookie Policy